Magraid Lab 2014

Magraid Lab: un laboratorio attivo che lavora in tempo reale.

Abstract:

Lo studio riguarda l’utilizzo di un Cluster Funzionale di Aminoacidi prima durante e dopo una competizione di Ultramaratona a Tappe, in riferimento al mantenimento della Massa Muscolare in generale e degli arti inferiori in particolare.

Il metodo non rispetta criteri scientifici in quanto il Protocollo impiegato, completamente originale, necessita di condizioni estremamente difficili da realizzare e controllare, impedendo di conseguenza una codifica a priori.

Parallelamente al monitoraggio della Massa Muscolare è stata utilizzata una scala di percezione per valutare la sensazione di affaticamento con e senza l’utilizzo.

Magraid è un banco di prova ideale per portare a termine con successo svariati tipi di sperimentazioni legate alla prestazione di Endurance in quanto all’aspetto tecnico della competizione unisce la particolarità della logistica. Avere a disposizione gli Atleti Test per tre giorni consecutivi in un ambiente particolare come Villaggio Magraid permette di capire molto di più rispetto ad una normale competizione, è proprio l’analisi di particolari che vengono esaltati da queste condizioni che crea la possibilità di ottimizzare dettagli spesso trascurati perché “invisibili”.

Evolution Team è riuscita a realizzare questo Studio in virtù di un lavoro costante nel tempo, con Atleti di fiducia, seguiti con continuità e con un sistema di Feed-back ampiamente collaudato. L’importanza del rapporto tra gli Atleti che si sottopongono alla sperimentazione ed il coordinamento scientifico è condizione fondamentale per poter apprezzare correttamente i risultati ottenuti.

 

Magraid Lab

Sfruttando la struttura d Magraid Lab che, in sette anni ed edizioni, ha perfezionato collaborazioni scientifiche d’altissimo livello, Evolution Team ha perfezionato un Trial nel quale osservare l’andamento della Massa Muscolare degli arti inferiori in Atleti impegnati in Magraid 100 Km 2014.

Il grande vantaggio di Magraid Lab è il suo inserimento in un competizione a Tappe dove gli Atleti vivono nel Campo Base, con la possibilità di monitoraggio continuo da parte dell’Evolution Team o di ricercatori impegnati in Trials.

Focus contro Random: una strategia di sperimentazione diretta. Con Focus intendiamo una sperimentazione fatta nell’arco di tempo pluriennale con Atleti con i quali si instaura un rapporto di collaborazione continua. Il numero di Atleti gestibili in questo modo è basso ma la continuità e la certezza dell’applicazione del Protocollo è massima.

Ricerca e risultati collaterali.

Le sperimentazioni solitamente hanno un obiettivo preciso ma possono esserci dei risultati “collaterali” che possono essere più interessanti dell’obiettivo primario. Nella sperimentazione in oggetto i risultati collaterali sono, all’atto pratico, molto più importanti, in quanto forniscono precise indicazioni sulle modalità d’assunzione.

Atleti seguiti negli anni che rappresentano una sicurezza del rispetto dei principi d’assunzione e che forniscono risposte note.

Questo costante impegno nella ricerca delle soluzioni migliori, con sperimentazioni e monitoraggio continui, è la chiave del successo.

Lo sport di Resistenza premia le qualità dell’Integrazione Alimentare.

Dopo numerosi Trials scientifici che hanno esaminato i parametri di variazione del costo energetico, infiammazione ed affaticamento in seguito ad attività di ultramaratona, abbiamo realizzato nell’arco di 5 anni con il Focus nell’Edizione 2014 un protocollo d’assunzione mirata su di un Pool d’Atleti di vario livello, confrontando i risultati sia in termini assoluti sia confrontando edizioni fate con e senza assunzione da parte di stessi Atleti.

Le modalità di somministrazione.

In questa sperimentazione sono stati usati protocolli maturati in 15 anni d’esperienza e rapportati ad un prodotto moderno che, con la sua formulazione Customizzata per lo Sport, riesce a sopperire a numerose problematiche legate alla prestazione ed al recupero.

Le quantità di somministrazione sono state messe a punto nell’arco di tempi prolungati con i singoli Atleti che hanno partecipato, con la perfetta conoscenza del Feed-back che l’uso di BOE comporta. Il Feed-back che ha guidato questi Trial basa le sue origini in un elevato numero di sperimentazioni fatte tramite l’utilizzo di aminoacido grammi da carico e da sforzo, effettuati scientificamente parecchi anni orsono in ambiente Universitario. Da quelle esperienze è nata la tecnica di utilizzo del Cluster funzionale e l’utilizzo pratico nel corso di alcuni decenni ha ulteriormente affinato le modalità di somministrazione customizzandole in base allo Sport praticato, con tutte le sue varianti di Quantità ed Intensità, in modo tale da rendere funzionale al massimo l’utilizzo sportivo.

I risultati ottenuti

Nell’arco di 7 anni Magraid è stato un probante banco di prova per le sperimentazioni e la ricerca fatta con la sperimentazione del Cluster Funzionale di Aminoacidi ha ampiamente dimostrato come con una sua regolare assunzione sia possibile mantenere la Massa Muscolare nello svolgimento di una competizione così prolungata ed impegnativa. Le misurazioni antropometriche, sia nei gruppi di riferimento sia sugli stessi Atleti nel corso di più edizioni, hanno ampiamente dimostrato questo risultato.

Il Team Evolution Matematics ha realizzato un algoritmo per la valutazione delle sensazioni degli Atleti durante le prestazioni sportive. Questo porta a valutare in modo significativo quelli che possono essere in benefici in rapporto alla dose pro Kg corporeo, con tutta una serie di parametri che identificano le caratteristiche antropometriche e funzionali del Tester. Nel corso degli anni le osservazioni sono state filtrate eliminando quelle che possono essere valutazioni scarsamente oggettive o influenzate da fatti o avvenimenti esterni, in modo tale da costruire una statistica il più possibile vicina alle reali condizioni d’Allenamento e di gara di Atleti con capacità prestazionali estremamente varie.

Dalla sperimentazione alla pratica

Come si può intuire la sperimentazione, oltre a fornire dei risultati, permette di “osare” con pratiche che normalmente potrebbero sembrare azzardate. L’effetto secondario, assolutamente importante per l’applicazione pratica, è quello di capire quali possono essere metodi più o meno efficaci nella somministrazione del prodotto oggetto della sperimentazione, del modo in cui viene tollerato, degli accorgimenti per rendere il suo uso il più possibile semplice, pratico e redditizio.

Il riassunto di tutta una serie di prove diventa una linea guida per tutte le persone che abbiano la giusta pretesa d’ottimizzare il rendimento, in assoluta sicurezza e certi d’averne sfruttato al massimo le qualità.

Sembra quasi assodato che un utilizzo di un Cluster Funzionale di Aminoacidi durante la Competizione migliori decisamente il rendimento degli Atleti, dando loro la possibilità di ridurre al minimo l’apporto proteico tradizionale. Probabilmente questa funzione ergogenica va ricercata non nell’apporto nutritivo ma nell’induzione all’ottimizzazione dei Metabolismi Energetici.

La sperimentazione fatta sul campo di Magraid è utilizzabile sia per prodotti tecnici sia per alimenti, generici o specifici, con dei risultati che, in tre giorni, riassumono condizioni altrimenti irriproducibili in un lasso di tempo limitato ed in un luogo circoscritto.

Magraid Lab: Magredi e Università Magredi di Magraid 2.0